img-slide-001a

EDURISK propone da anni progetti di educazione al rischio nelle scuole, per promuovere conoscenza, consapevolezza e attivare iniziative di prevenzione e riduzione del rischio

I terremoti, le eruzioni vulcaniche ed altri eventi naturali possono essere molto pericolosi per l’uomo, ma che diventino un rischio dipende in buona parte da noi, da come il territorio è vissuto e modificato dall’uomo, dalle scelte che facciamo ogni giorno.

img-slide-001a

EDURISK propone da anni progetti di educazione al rischio nelle scuole, per promuovere conoscenza, consapevolezza e attivare iniziative di prevenzione e riduzione del rischio

I terremoti, le eruzioni vulcaniche ed altri eventi naturali possono essere molto pericolosi per l’uomo, ma che diventino un rischio dipende in buona parte da noi, da come il territorio è vissuto e modificato dall’uomo, dalle scelte che facciamo ogni giorno.

img-slide-001a

EDURISK propone da anni progetti di educazione al rischio nelle scuole, per promuovere conoscenza, consapevolezza e attivare iniziative di prevenzione e riduzione del rischio

I terremoti, le eruzioni vulcaniche ed altri eventi naturali possono essere molto pericolosi per l’uomo, ma che diventino un rischio dipende in buona parte da noi, da come il territorio è vissuto e modificato dall’uomo, dalle scelte che facciamo ogni giorno.

indietroindietro
avantiavanti
top-shape

Le foto del giorno

Sequenza emiliana del 20-29 maggio 2012

Distacchi di intonaci

Località: Cento
Regione: Emilia-Romagna, Lombardia
Fonte: Archivio QUEST [INGV BO]

Terremoto della settimana

“Il terremoto, la paura, le vittime e migliaia di sfollati sotto la pioggia TRECENTO sfollati hanno passato la notte in una palestra di Crevalcore. Oggi scuole chiuse a San Giovanni in Persiceto, Pieve di Cento, Crevalcore, Galliera, San Pietro in Casale e Castello d' Argile. Chiuse in via precauzionale anche le chiese in tutte le zone colpite dal sisma. Gli sfollati in tutta la regione sono migliaia. Il giorno dopo il terremoto di magnitudo 5.9 che è costato la vita a 7 persone e ha terrorizzato tutta l'Emilia, Bologna organizza la macchina dei soccorsi. Il conto della tragedia è altissimo”.